Demetra

25 set 2018 admin In Eventi, Novità

Demetra è la dea della Madre Terra, protettrice della fertilità, legata ai Misteri Eleusini che prendono il nome dalla città di Eleusi, dove si celebrava il ritorno alla luce di sua figlia Persefone.
Sara Lubrano veste i panni della Dea Demetra per auspicare l’immortalità dell’artigianato, cuore pulsante della nostra cultura.
Il progetto Demetra nasce dal desiderio di ritorno alle origini per valorizzare il sud Italia e le ricchezze del suo territorio attraverso raffinate creazioni di oreficeria, alta sartoria, pittura su tessuto ed artigianato unite ai prodotti della terra.
Sara Lubrano ha coinvolto in un co-branding i talenti di persone e associazioni con cui condivide gli ideali e la passione per la manualità, portata avanti nel rispetto della sostenibilità artigianale, ambientale ed agricola.
Fanno parte del progetto due associazioni nazionali di cui Sara fa parte: l’associazione EnterprisinGirls, nata a Napoli che vede insieme imprenditrici, libere professioniste e donne del terzo settore per la promozione e la valorizzazione del talento nel lavoro attraverso un network che opera on line e off line e ABOUT Architectural Bureau- Osservatorio Urbano Territoriale A.P.S. di rigenerazione urbana e C.E.A. in Puglia, nata a Bari e formata da eccellenze italiane ed estere, che si occupa di marketing strategico territoriale turistico sostenibile, di architettura ed agricoltura sostenibile, e dell’ eccellenza nell’ambito della moda, dell’arte e dell’artigianato e dell’enogastronomia.
Collaborando tutte insieme, le realtà coinvolte hanno interpretato gli aspetti legati al paesaggio, all’agricoltura, al mito di Demetra e i simboli legati ad essa e alla madre terra: il grano, i papaveri, i serpenti, il melograno, lo zafferano, e le tradizioni mediterranee.
Quale migliore figura se non Demetra e le tesmoforie come augurio di prosperità per i nostri territori?
I protagonisti del primo shooting, svoltosi nel periodo di raccolta del grano, sono:
Gioielli Artigianali, realizzati in oro, argento, bronzo e pietre, con la tecnica della cera persa che incorniciano miniature dipinte a mano su seta e accolgono il pregiato zafferano del Vesuvio della Masseria Clementina, creati da Sara Lubrano (EnterprisinGirls ed ABOUT)
Dipinti che adornano gioielli artigianali, abito, foulard, borsa, stola e t-shirt, realizzati da Maristella De Giuseppe  – (ABOUT)
Abito di alta sartoria napoletana cucito a mano da Angela Barone – Sartoria Antonelli (ABOUT)realizzato con tessuto in seta dipinto a mano.
Abito Rosso in seta realizzato a mano da Giusi Marfella – Marfella atelier
Il pregiato zafferano delle pendici del Vesuvio di Clementina Iervolino (EnterprisinGirls)è custodito nei gioielli artigianali.
Ad arricchire il setting, le pregiate ceramiche di Cerreto Sannita realizzate dal Maestro Ceramista Vincenzo Franco.
Gli ornamenti floreali che adornano le chiome come da tradizione e gli allestimenti floreali sono del fiorista idea verde.
Il Reportage fotografico è a cura di Antonio Bufalo – cattura le emozioni
Come setting fotografico si è scelto un campo di grano biologico Senatore Cappelli, del Pastificio Spigabruna Bio; adornano l’ambientazione le sete di San Leucio di Maria Assunta Giaquinto della Silk & Beyond (EnterprisinGirls).
Saranno realizzati altri scatti fotografici nel periodo in cui il melograno regna sovrano e vedranno come nuovo protagonista la storica caffetteria Gambrinus che ha realizzato un dolce in onore della Dea.
Lo Storytelling a cura di Gianluca Agata accompagnerà le foto che man mano vi sveleremo, seguite il nostro progetto sui social!

demetra9

demetra8

demetra7

demetra6

demetra5

demetra4

demetra3

demetra2

42562174_276900399587488_8204499309119406080_n

42527695_2077954212519478_7484258522218102784_n

demetra-sito

demetra-7

demetra-6

demetra-5

demetra-4

demetra-3

demetra-2

Leave a Comment!

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>